Nuovo laboratorio mobile per il controllo della qualità dell’aria

La Greengea si è dotata di un nuovo laboratorio mobile per il monitoraggio dell’atmosfera in conformità a quanto previsto dal decreto legislativo 155 del 13 agosto 2010 (G.U. n.216, 15 settembre 2010 – Suppl. Ordinario n.217) che recepisce la direttiva 2008/50/CE.

E’ un laboratorio dotato di apparecchiature altamente performanti nel settore del monitoraggio dell’aria. Con questo laboratorio abbiamo la possibilità di eseguire campagne di monitoraggio finalizzate a studi di impatto ambientale “ante”, in “corso” e “post operam”, monitoraggio di cantieri temporanei e grandi opere, zonizzazione territoriale, eventi accidentali per i quali è necessario intervenire tempestivamente, etc.

Il laboratorio è dotato della seguente strumentazione:

  • strumenti certificati per la determinazione degli inquinanti gassosi in automatico (NOx, SO2, CO, O3, BTEX,Polveri, etc.)
  • sistemi sequenziali per il campionamento di polveri (PM10, PTS, PM2,2, PMx) e microinquinanti
  • stazione per il monitoraggio atmosferico
  • allestimento specifico per il monitoraggio del rumore
  • software di acquisizione dati con controllo e trasmissione dei dati a distanza conforme alle normative vigenti.

La grande novità è rappresentata da un nuovissimo strumento che in tempo reale, con tecnologia ottica multicanale, consente la determinazione continua e contemporanea del particolato totale (TSP), del PM10 (misura certificata ai sensi del D. Lgs 155/2010), del PM4, del PM2.5 (misura certificata ai sensi del D. Lgs 155/2010) e del PM1. Inoltre lo strumento determina il conteggio delle particelle presenti in atmosfera suddivise in 64 classi dimensionali (32 decadi). Da Febbraio 2018 lo strumento è dotato di certificazione di conformità alla recente UNI EN 16450:2017 che regola i sistemi di misura automatici per la determinazioni della concentrazione del particolato (PM10; PM2,5). La grande utilità di questo nuovo sistema di misura sarà ulteriormente confermata dalla possibilità di fornire alla committenza un accesso diretto ai valori misurati in tempo reale per una rapida e costante consultazione.

Certificazione UNI EN ISO 14001

La nostra azienda è sempre impegnata al conseguimento degli obiettivi della politica della qualità, per questo motivo, siamo lieti di comunicarvi, con grande soddisfazione, di aver conseguito la UNI EN ISO 14001, che si aggiunge alla nostra già conseguita ed aggiornata certificazione UNI EN ISO 9001.

A nostro avviso, tale certificazione non rappresenta un traguardo ma una tappa del lungo percorso di qualificazione e miglioramento di tutti i processi aziendali.

Dotarsi di un sistema di qualità non significa certificare un prodotto ma voler adottare procedure idonee a garantire che tutte le fasi dell’attività aziendale corrispondano ad una politica di qualità globale.

Il sistema di gestione della qualità elaborato da Greengea ha come scopo principale pianificare e gestire i processi di business aziendale.

La certificazione del sistema di gestione per la qualità ci consente di coniugare ed equilibrare crescita aziendale e procedure di gestione delle nostre attività. Essa serve a gestire risorse e processi in modo da riconoscere e soddisfare i bisogni dei clienti.

Censimento amianto: al via il piano comunale a Messina

Al via il censimento amianto a Messina. In attuazione della legge regionale n. 10 del 29 aprile 2014 “Norme per la tutela della salute e del territorio dai rischi derivanti dall’amianto” pubblicata sulla G.U.R.S. del 9.05.2014 tutti i soggetti pubblici e privati, proprietari di siti, edifici, impianti, mezzi di trasporto, manufatti e materiali contenenti amianto sono obbligati ad effettuare il censimento amianto ed a  darne comunicazione entro il 31/12/2016. Nella prima fase del censimento amianto si acquisiranno auto notifiche ai sensi dell’art. 5, commi 3 e 4 della legge regionale 10/2014. I moduli di auto notifica si possono ritirare presso gli uffici del Dipartimento Ambiente e Sanità, sito in via Argentieri, 14 a Messina (0907723318) o possono essere scaricati dai seguenti siti: www.comune.messina.it e www.arpa.sicilia.it. Il modulo potrà essere compilato dal proprietario o amministratore, o dal legale rappresentante, in duplice copia e presentato entro il 31/12/2016 al Comune mediante consegna diretta o a mezzo raccomandata o a mezzo posta elettronica certificata.

Il comma 4 dell’art. 15 della legge 27 marzo 1992 n. 257 prevede delle sanzioni per le violazioni degli obblighi di comunicazione.

Ai sensi del comma 5 dell’art. 5 della legge regionale 29 aprile 2014, n. 10  “Nel caso in cui l’amianto sia in condizioni di deterioramento tali da rappresentare grave rischio per la salute pubblica, i soggetti proprietari sono tenuti ad attuare, con urgenza, gli interventi previsti dal decreto ministeriale 6 settembre 1994 e successive modifiche ed integrazioni.”

A tal proposito si ricorda che la presenza di materiali contenenti amianto in un edificio non comporta di per sé un pericolo per la salute degli occupanti. Se il materiale è in buone condizioni e non viene manomesso, è estremamente improbabile che esista un pericolo apprezzabile di rilascio di fibre di amianto. Se invece il materiale viene danneggiato per interventi di manutenzione o per vandalismo, o per azione degli agenti atmosferici si verifica un rilascio di fibre che costituisce un rischio potenziale. A tal proposito il D.M. 06/9/94 indica una serie di azioni da intraprendere per la valutazione dello stato dei materiali contenti amianto, il censimento e l’analisi, la corretta custodia e le procedure per l’eventuale smaltimento.

FONTE: Comune di Messina e normativa di settore

 

Terre e rocce da scavo, nuovo decreto del 14 luglio 2016

Il 14 luglio 2016 è stato approvato il nuovo decreto sulle terre e rocce da scavo.

Le nuove misure sono contenute nel decreto approvato a metà luglio. Novità principali sono alcune semplificazioni per i cantieri e controlli specifici su alcune tipologie di rischio.

Il nuovo decreto riformula l’attuale disciplina sulla gestione delle terre e rocce da scavo prodotte da piccoli e grandi cantieri compresi quelli soggetti a valutazioni ambientali ed autorizzazioni integrate ambientali.

Presto altre novità.

http://www.senato.it/leg/17/BGT/Schede/docnonleg/32130.htm

Certificazione di qualità ISO 9001

E’ con soddisfazione che comunichiamo ai nostri clienti di avere conseguito la certificazione di qualità UNI EN ISO 9001.

A nostro avviso, tale certificazione non rappresenta un traguardo ma una tappa del lungo percorso di qualificazione e miglioramento di tutti i processi aziendali.

Dotarsi di un sistema di qualità non significa certificare un prodotto ma voler adottare procedure idonee a garantire che tutte le fasi dell’attività aziendale corrispondano ad una politica di qualità globale.

Il sistema di gestione della qualità elaborato da Greengea ha come scopo principale pianificare e gestire i processi di business aziendale.

La certificazione del sistema di gestione per la qualità ci consente di coniugare ed equilibrare crescita aziendale e procedure di gestione delle nostre attività. Essa serve a gestire risorse e processi in modo da riconoscere e soddisfare i bisogni dei clienti.

Gioia Tauro, presentato il nuovo progetto per la raccolta differenziata

Presentato, presso l’Istituto Tecnico Severi di Gioia Tauro, il progetto: “I nuovi servizi connessi alla gestione dei rifiuti solidi urbani prodotti nel territorio comunale”

Gioia Tauro, presentato il nuovo progetto per la raccolta diff…

Presentato, presso l’Istituto Tecnico Severi di Gioia Tauro, il progetto: “I nuovi servizi connessi alla gestione dei rifiuti solidi urbani prodotti nel territorio comunale”

Posted by Greengea on Venerdì 13 novembre 2015